Il Mar Nero e gli Stretti (Limes 2008)

"... La Convenzione di Montreux del 1936 regola tuttora il “passaggio e la navigazione” negli Stretti. Essa, al pari della Convenzione di Costantinopoli del 1888 sul passaggio nel Canale di Suez, costituisce il retaggio di un mondo di relazioni diplomatiche incentrato sugli interessi di Nazioni che sono scomparse o hanno perso lo status privilegiato di Grandi Potenze, come l’Impero Ottomano (la Sublime Porta), la Gran Bretagna e la Francia. Questo ha indotto più volte in passato osservatori poco attenti, anche prima della crisi georgiana, a giudicarlo un accordo ormai obsoleto che sarebbe ora di cambiare per adeguarlo al mutato quadro internazionale o alla attuale tipologia degli armamenti navali (la Convenzione contiene infatti una classificazione delle navi da guerra, ai fini del transito negli Stretti, che è oramai obsoleta, essendo basata su criteri mutuati dal Trattato di Londra del 1936 sul disarmo navale).
Il fatto è però che la Convenzione di Montreux è uno strumento dedicato anzitutto agli interessi di sicurezza della Turchia e degli altri Stati rivieraschi del Mar Nero e poi, in subordine, alla libertà di navigazione negli Stretti...".


La guerra, il Mar Nero, gli Stretti - [...continua su Limes]

REGIME DEGLI STRETTI Convenzione firmata a Montreux il 20 luglio 1936 (Le alte Parti), ANIMATI dal desiderio di regolare il passaggio e la navigazione nello stretto dei Dardanelli, nel Mar di Marmara e nel Bosforo, compresi sotto la denominazione generale di Stretti, in modo da salvaguardare, nel quadro della sicurezza della Turchia e della sicurezza, nel Mar Nero, degli Stati rivieraschi, il principio consacrato dall'articolo 23 del trattato di pace firmato a Losanna il 24 luglio 1923. [Testo completo (pdf) su Ministero della Difesa Italiano].

Commenti

Post più popolari